Vai indietro   Il forum della gravidanza e delle mamme di Nostrofiglio.it > L'ESPERTO RISPONDE > Venerdì l'avvocato

Venerdì l'avvocato L'avvocato Nicola Perrotti risponde alle vostre domande relative a diritto di famiglia (es. diritti delle coppie non sposate, separazione, alimenti, successione...) e al diritto del lavoro (es. aspettativa, matenità, licenziamento...).

Rispondi
 
Strumenti della discussione
  #1  
Vecchio 10-19-2012, 08:08 AM
crestanba crestanba non è in linea
Junior Member
 
Data di registrazione: Oct 2012
Messaggi: 1
Predefinito co.co.pro e maternità

buongiorno a tutti,
mi chiamo Giulia e attualmente lavoro come co.co.pro in una società di consulenza; ulteriore particolare: sono alla 7 settimana di gravidanza
il mio contratto, della durata di 6 mesi scade alla fine di dicembre, mentre prima di questo ho lavorato sempre per la medesima società come co.co.pro per un anno; l'attuale contratto è prorogabile per altri 6 mesi, anche se non credo che, dopo aver dato la felice notizia, sarò ben accetta.
domanda: quali sono i miei diritti? e i miei doveri?
nel caso mi rinnovino il contratto, ma dovessi andare in maternità anticipata, come funziona la legge?
nel caso invece mi lascino disoccupata, è vero che, trascorsi 2 mesi dall'ultimo progetto, posso richiedere l'assegno di disoccupazione una tantum?
ecco i miei dubbi e grazie in anticipo per il vostro aiuto; purtroppo la situazione descritta non è così semplice, poichè complicata dal fatto che non è possibile descrivere brevemente tutti i particolari della realtà al limite di legalità in cui verte questa società.
grazie ancora
Giulia
Rispondi citando
  #2  
Vecchio 10-19-2012, 08:53 AM
L'avatar di Avv.Nicola_Perrotti
Avv.Nicola_Perrotti Avv.Nicola_Perrotti non è in linea
Senior Member
 
Data di registrazione: Mar 2009
Messaggi: 1,586
Predefinito

Salve,
la normativa sulla tutela della maternità prevede che in caso di gravidanza il contratto a progetto venga a sospendersi per riprendere poi successivamente. Nel frattempo si applicano le ordinarie tutele, ovvero astensione dal lavoro con indennità dell'80% calcolata sull'ultima retribuzione. La sospensione dovrebbe applicarsi all'inizio del normale termine di astensione obbligatoria, ovvero 2 mesi prima del parto....qualora vi siano i requisiti per un'astensione anticipata (ad es. gravidanza a rischio), l'astensione partirà da subito.
Saluti

Ultima modifica di Avv.Nicola_Perrotti : 10-19-2012 08:59 AM
Rispondi citando
  #3  
Vecchio 10-30-2012, 02:34 PM
maretta12 maretta12 non è in linea
Junior Member
 
Data di registrazione: Oct 2012
Messaggi: 1
Predefinito Fine del progetto prima della maternità

Gentile avvocato,
chiedo un Suo parere in quanto contattare un qualsiasi impiegato INPS nella mia città è praticamente impossibile.
L'11 gennaio 2013 scade il mio contratto a progetto annuale. Il 20 Marzo 2013 è la mia data presunta del parto.
Vorrei andare in maternità non prima del 20 febbraio 2013 chiedendo la flessibilità.
Per quei 40 giorni dopo lo scadere del progetto, il mio datore di lavoro mi farà un contratto di collaborazione occasionale, quindi i contributi non andranno alla gestione separata. Ne consegue che relativamente all'inps io andrò in maternità da DISOCCUPATA (20 feb).
Vorrei sapere come avverà il calcolo dell'80% del retribuito: se nell'ultimo anno lavorato o nell'ultimo stipendio percepito? Considerando che non è detto che il progetto ha la medesima busta paga tutti i mesi, quest'ultima ipotesi mi sembra insensata.
Spero mi sia spiegata sufficentemete, mi rendo conto che la mia situazione è un po' complicata.
La ringrazio molto per la risposta che vorrà darmi.
Un saluto
Mara
Rispondi citando
  #4  
Vecchio 10-31-2012, 09:32 AM
L'avatar di Avv.Nicola_Perrotti
Avv.Nicola_Perrotti Avv.Nicola_Perrotti non è in linea
Senior Member
 
Data di registrazione: Mar 2009
Messaggi: 1,586
Predefinito

Salve,
la normativa sulla tutela della maternità sancisce che l'indennità di maternità obbligatoria sia calcolata sull'ultima mensilità percepita. Nel suo caso, trattandosi di un aspetto prettamente tecnico e di calcolo, mi pare inevitabile che debba chiedere informazioni all'inps competente o, se le viene più comodo, ad un centro fiscale o di consulenza del lavoro, o ad un commercialista.
Saluti
Rispondi citando
Rispondi

Strumenti della discussione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivo
smilies è Attivo
[IMG] il codice è Attivo
Il codice HTML è Disattivato

Salto del forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 06:05 AM.

• fanno parte del network nostrofiglio.it: mammole.itoltretata.itmiobambino.it
• ulteriori offerte della casa editrice G+J/M •
© Gruner+Jahr/Mondadori S.p.A.
Sede Legale: Via Battistotti Sassi 11/A ‚A 20133 Milano
P.IVA e Reg.Imprese di Milano n. 09440000157
R.E.A. di Milano n. 1292226
Capitale Sociale : € 2.600.000 i.v.
Powered by vBulletin versione 3.8.7
Copyright ©: 2000 - 2014, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana a cura di: vBulletinItalia.it